Per Partecipare alla RETE Nazionale PP&S il Dirigente o un docente referente deve inviare una mail all’Istituto Capofila Carlo Anti di Villafranca di Verona, all’indirizzo vris00700a@istruzione.it, con oggetto “Manifestazione di interesse ad aderire alla Rete”. 

Riceverà in risposta una mail con allegato il modulo di adesione che dovrà essere compilato e restituito. 

Il modulo di adesione prevede: 

  1. la dichiarazione di conoscenza dello Statuto e di accettazione di esso in ogni sua parte
  2. gli estremi delle delibere degli organi collegiali
  3. il nominativo di un referente, corredato da indirizzo e-mail attivo e recapito telefonico
  4. la ricevuta del versamento del contributo associativo ANNUALE la ricevuta del versamento del contributo associativo ANNUALE

FAQ

Adesione alla RETE

1.       E’ ancora possibile manifestare interesse al progetto e aderire alla Rete?
Si

2.       Possiamo mettere l'Università di Torino come partner di PNRR  "competenze STEM e multilinguismo" e inserire il contributo nella quota delle spese del progetto stesso?
Si

3.       Cosa comporta, da un punto di vista prettamente pratico, aderire al progetto per un isituto tecnico (in termini di impiego di laboratori informatici, attrezzature, acquisto e costo licenze, ecc.)
Non occorrono particolari attrezzature. In alcuni casi, i docenti che lo desiderano, potranno avere la necessità di utilizzare i laboratori informatici e di acquistare le licenze del software.

4.       Per aderire al progetto come istituto come possiamo procedere?
E’ necessario aderire all'accordo di RETE che viene inviato a tutti coloro che hanno manifestato l’interesse ad aderire alla RETE e a tutti coloro che ne faranno richiesta a vris00700a@istruzione.it.

5.       Si potrà rispondere alla manifestazione di interesse in attesa delle delibere collegiali?
Si potrà manifestare l’interesse ad aderire alla RETE in attesa delle delibere collegiali ma per l’adesione ufficiale è necessaria la delibera degli Organi Collegiali. E' possibile aderire alla Rete in attesa della delibera e poi rettificare l'adesione una volta ottenuta.

6.       C’è la possibilità di inserire qualche editore scolastico all'interno della rete PP&S?
L’adesione alla RETE degli Enti diversi dalle scuole è deliberata dal Consiglio Direttivo, previa richiesta a bilancio@carloanti.it.

7.       Per avere il materiale per aderire all'accordo di rete  è necessaria la  mail della dirigente della scuola o anche la mail di un docente?
Per manifestare l’interesse è sufficiente la mail di un docente referente. Per l’adesione formale è necessaria la mail istituzionale.

8.       Che succederà l'anno prossimo se il progetto non venisse rifinanziato?
Il progetto PP&S continuerà all’interno della RETE e vi potranno partecipare tutti gli associati.

9.       Quale ruolo potrebbero avere le scuole primarie degli Istituti Comprensivi aderenti?
Se l’Istituto Comprensivo aderisce alla RETE, in futuro potranno essere previste delle attività formative anche per i docenti delle scuole primarie.   

10.    E’ possibile organizzare dei pacchetti di formazione curricolare per gli studenti utilizzando i fondi ricevuti per l’attuazione della linea di investimento 3.1 “Nuove competenze e nuovi linguaggi” nell’ambito della Missione 4, Componente 1, del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza riguardante la realizzazione di percorsi volti a sviluppare le competenze STEM?
Si, in quanto il progetto PP&S è un progetto riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Costi

11.    Per quanto riguarda le licenze Maple sarebbero comprese nel contributo annuo di 200 euro oppure dovrebbero essere acquistate separatamente? In questo caso ci sarebbero delle scontistiche?
L’acquisto delle licenze non è compreso nel contributo per l’adesione alla RETE e non è previsto in modo obbligatorio. Per i docenti che vorranno acquistarla per uso personale o per le scuole che vorranno attrezzare un laboratorio informatico è previsto un costo simbolico. 

12.    Buonasera, gli istituti omnicomprensivi (con sia scuola sec. I grado che II grado), dovranno versare entrambi i contributi, o con quello della scuola secondaria di II grado si potrà avere la convenzione per entrambi gli ordini di scuola?
Il contributo è unico per Istituzione Scolastica. 

13.    E’ possibile accedere ad una versione demo o ad una simulazione in modo da conoscere le modalità di utilizzo e gli strumenti dei software?
Per l’Ambiente di Calcolo Evoluto Maple è prevista la possibilità di scaricare gratuitamente una versione trial 
(Download a Free Trial of Maple - Maplesoft). Per approfondire la conoscenza del sistema di valutazione automatica Mobius Assessment si può consultare la pagina a questo link: Möbius - DigitalEd. Per approfondire l’utilizzo di Moodle si può consultare il link: 
Moodle.org.

Metodologie e svolgimento delle attività

14.    Nel caso decidessimo di aderire sarebbe obbligatorio scegliere delle classi partecipanti e produrre del materiale finale? Molti di noi docenti già utilizzano alcune metodologie come il problem solving e posing nella didattica quotidiana.
Per partecipare al progetto è necessario individuare almeno una classe con la quale adottare le metodologie proposte. Non è obbligatoria la produzione di materiale.   

15.    Aderendo al progetto una scuola si impegna a fare un certo tipo/numero di attività in piattaforma e non?
No. Per ricevere la certificazione alla fine dell’anno scolastico è necessario che un docente abbia svolto delle attività in piattaforma e seguito le azioni formative, ma non è obbligatorio.   

16.    L'accesso alla piattaforma sarebbe soltanto per i docenti iscritti oppure per tutti gli insegnanti della scuola che aderisce?
Tutti i docenti della Scuola che aderisce alla RETE possono iscriversi al Progetto. 

17.    La formazione prevede necessariamente una fase attuativa nelle classi o c'è una certa libertà nello sperimentare ed utilizzare la piattaforma?
Ogni docente è libero di sperimentare in maniera autonoma. 

18.    I tutor dei quali si parlava nell'incontro di ieri sono delle persone formate già presenti nel territorio?
I tutor fanno parte dell’equipe formativa dell’Università degli Studi di Torino.